.
Annunci online

fist


Diario


11 maggio 2006

CHIUDO IL BLOG




permalink | inviato da il 11/5/2006 alle 12:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (82) | Versione per la stampa


2 maggio 2006

PUF-DRAMMI AZIENDALI


Ammetto di lavorare in un'ambiente abbastanza frivolo, ma questi non sono mica problemi da sottovalutare.




permalink | inviato da il 2/5/2006 alle 15:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa


30 aprile 2006

NAUSEA


Queste sono le mie scarpe nuove.  Penso che le userò 5 volte. Le prime due tappe della loro tournée sono state un successo. La gente ti saluta,  guarda subito i piedi e  dice "che belle scarpe" e così si evita il solito COME STAI? Queste scarpe possono sostenere una conversazione di almeno tre minuti, il tempo massimo che concedo agli estranei per far finta di "conoscersi meglio" e  "interessarsi al prossimo". Se ti guardano i piedi nessuno nota la tua faccia, se i tuoi piedi sono vivaci penseranno di conseguenza che anche tu lo sei e non si coglierà la nebbia di Londra nel tuo sguardo altrove. Queste scarpe indossate in 5 posti diversi nell'arco della loro breve vita P/E 2006, serviranno a proteggermi dagli altri. Come le Manolo di Carrie Bradshow.




permalink | inviato da il 30/4/2006 alle 15:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


27 aprile 2006

6 AGOSTO 2006: a letto o con Madonna?



16 anni. Nel 1990 mio fratello si sposava e io avevo appena ottunuto una cameretta tutta per me. Era un popolarissimo letto ponte "abbellito" da poster e ritagli di giornale. Avevo un copriletto post-moderno della Swatch, la mia fidanzata mi regalava peluches ad ogni ricorrenza e io li esponevo con orgoglio, avevo un bizzarro pigiamino intero stampato a piccoli panda di cui andavo fiero. Ascoltavo le mie cassette, registravo le ultime novità dalla radio. Tenevo un diario segreto, mi masturbavo chiuso a chiave in bagno. Dovevo tornare a casa entro mezzanotte, leggevo Lupo Alberto, non potevo andare in discoteca. Sognavo un futuro molto simile a quello che sto vivendo ora: ma non avrei mai immaginato che, potendoci andare indipendentemente dalla volontà dei miei genitori, un giorno avrei scelto di NON ANDARE AL CONCERTO DI MADONNA.




permalink | inviato da il 27/4/2006 alle 19:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (22) | Versione per la stampa


18 aprile 2006

Gambe Corte


Quando vieni sorpreso con il dito nel vasetto, ciucci l'ultima falange di confettura e chiedi scusa. Quando vuoi entrare nel letto senza far rumore, fai piccoli passi ovattati da ladro e poi scopri che lui è sveglio. Allora scarichi anche l'acqua del bagno e sbatti la portiera del frigo. A volte i segreti sono come bugie che ti riempiono il muso di zucchero a velo. Sono chiacchiere che sgranocchiano da una bocca all'altra. E' come camminare sui biscotti. Crack. Crack.




permalink | inviato da il 18/4/2006 alle 16:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


14 aprile 2006

ADAMO CONTRO ADAMO


Tutti hanno un amico che in realtà un amico non è. Il mio NON amico orbita attorno alla mia vita da parecchi anni. L'ho accolto in un gruppo restio ad accettarlo, l'ho coinvolto in mille progetti per farlo sentire partecipe, l'ho aiutato a trovare un bel lavoro, un appartamento e una vita sociale. In cambio non ho mai preteso nulla, anche perchè nell'amicizia vale quella regola sottointesa che: io accompagno a casa te, tu accompagni a casa me e poi io riaccompagno a casa te e così via... Ecco, questo non è mai successo.  L'amicizia non è un prestito in banca è più chiedere i soldi al papà promettendo di restituirli da uno a cento anni senza interessi. Così quando un amico sbaglia gli dai la seconda possibilità, poi la terza, poi la quarta, poi la quinta, poi... sei un coglione. IO LO SONO. Così quell' essere indifeso, allora insignificante e un pò nell'ombra ti si ritorce contro, come una pallina in un campo da squash. I NON amici, ti succhiano l'anima, ti copiano in ogni cosa, dal modo di vestire ai compagni di letto. Ai NON amici non puoi voltare le spalle, ma non in nome dell'amicizia che fu, piuttosto per non rischiare di essere colpiti a tradimento.




permalink | inviato da il 14/4/2006 alle 15:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


8 aprile 2006

precipitazioni


Dopo la pioggia si va a cercar lumache, tornano i ragazzini a palleggiare nel campetto, gli ombrelli appesi a testa in giù come pipistrelli, le scarpe bagnate fuori dalla porta come testimoni di Geova. Non sono capace di stare vicino ad una persona che piange. Sopratutto una persona che amo, come mia madre. Non mi piace sentirmi analfabeta di sentimenti: non avere la parola giusta al momento giusto è come perdere una partita a Scarabeo.  Vorrei che dopo la pioggia tornasse il sereno, ma "i modi di dire" sono solo frasi ben composte e dopo la pioggia, spesso, piove ancora.




permalink | inviato da il 8/4/2006 alle 12:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


31 marzo 2006

NOTTI INSONNI


Le giornate mi vanno larghe come il brutto abito di un agente immobiliare. Elegante ma a buon prezzo la mia giornata tipo è fatta di strette di mani morte e sorrisi di circostanza. Fuori c'è il sole che peccato sprecare la giornata qui dentro, oggi quando ho visto che pioveva non volevo uscire di casa, il tempo continua a cambiare e non si sa più come vestirsi. Poi arriva la notte e nel letto vorrei perdere i sensi come una principessa punta da un fuso stregato. Invece comincia il carosello di quei pensieri che ti tengono sveglio come un caffè-redbull. Mi copro anche la testa con le coperte (da fuori si vedrebbe solo un bozzolo informe stampato a puffi)  per isolarmi dai rumori della strada, dalla luce che filtra attraverso le persiane, vorrei addormentarmi per soffocamento da piumino d'oca. Mentre l'ansia mi sale e conto le pecore per distrarmi, mi accorgo che i conti non tornano e manca una pecora, non sono stato in grado di rispettare le mie responsabilità, verrò punito da un incubo che mi sveglierà nel bel mezzo della notte. Tanto mi sarei dovuto alzare comunque a far pipì, a bere un bicchiere d'acqua, ma se bevo poi mi scapperà di nuovo la pipì? Una pecora due pecore tre pecore.....




permalink | inviato da il 31/3/2006 alle 19:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


27 marzo 2006

SHIT DESIGN


Quando una volta al mese mi decido a far la spesa e vado in un vero supermercato, mi stupisco sempre per la varietà di prodotti tra cui una casalinga può scegliere. Sarà meglio la candeggina classica o quella al gusto anguria? Una cartaigienica quanti veli deve avere? Quattro o uno solo ma deliziosamente stampato a margheritine. Ovviamente se ragioni a punti fragola è più semplice, io invece scelgo 'il primo prezzo' o 'prezzo corto'. Così mi ritrovo una cartaigienica che si strappa in mezzo alle chiappe luride e un'acqua naturale molto simile a quella del rubinetto. Quando pensavo di aver riempito il carrello con meno di 50 euro ho però incontrato una tavoletta wc firmata ALESSI. Primo, io non uso tavolette wc, secondo la piccola scultura da cesso costa il triplo rispetto ad un normale deodorante, terzo il prezzo del grazioso pulitore wc è molto più alto di qualsiasi altra cosa io abbia selezionato e non penso che rientri nella categoria delle spese utili. Detto questo, sono gay e come tutti i gay ho una sorta di empatia con il design ALESSI... e perchè non regalarsi un originale tavoletta wc? Arrivato a casa la prima difficoltà è stata posizionare l'aggeggio anche perchè la sua simpatica forma di omino che guida un surf lo rende spigoloso e le vette raggiungono la morbidezza delle mie natiche quando si adagiano per una soave cagata. Dopo essere stato collaudato con una reale defecazione ho notato che in giornate di dissenteria o botto e spruzzo, il piccolo surfista si concia per le feste. Ancora una volta questa esperienza mi ha portato alla  conclusione che non si può per forza abbellire tutto, come quelle nonne che mettono i centrini anche sulla tv. Un gabinetto è bello così, come una tele bianca da interpretare, ogni volta a seconda dell'ispirazione.




permalink | inviato da il 27/3/2006 alle 1:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (33) | Versione per la stampa


23 marzo 2006

venerdì 24 marzo 2006


Venerdì scorso hai incontrato il principe azzurro all'ATOMIC e non hai avuto il coraggio di baciarlo?

TORNANO VENERDI' 24 MARZO 2006
Romy & Michelle
dj fist &dj aristopunk

indie pop electro cruising
dalle 22 alle 02 ATOMIC via felice casati 24 MILANO
free entry





permalink | inviato da il 23/3/2006 alle 18:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


17 marzo 2006

avviso a tutti i trentenni


Quando incroci per strada un tipo a cui hai fatto un pompino dieci anni fa, non ti domandare cosa ci trovavi in quel signore ciccione e stempiato, allora lui aveva 30 anni ed era al massimo del suo splendore. Pensa piuttosto che tra 10 anni sarai sfatto come lui e quindi ti conviene fare più sesso possibile, ORA.




permalink | inviato da il 17/3/2006 alle 16:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (33) | Versione per la stampa


15 marzo 2006

ME CONTRO DI ME


Quando abitavo in famiglia, se si litigava, mi chiudevo a chiave in bagno, mio padre ha gibollato la porta a pugni di rabbia, mia madre ha poi tolto le chiavi. Quando vuoi finire un'amicizia basta non rispondere al telefono, un lavoro si congeda con una lettera di dimissioni, si disdice un affitto con un preavviso di tre mesi. Si può fuggire da tutto e da tutti, tranne che dalla propria vita.
Vorrei un maniglione antipanico dentro di me. Un meccanismo semplice per uscire da certi momenti di crisi, un apertura a spinta che mi porti in salvo ogni volta che mi scontro con me stesso.




permalink | inviato da il 15/3/2006 alle 19:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa


14 marzo 2006

BANG


Non vedo l'ora di acquistare la mia arma di difesa. Per difendermi da eventuali aggressioni, vendette o meglio ancora, per aggredire e vendicarmi. Il porto d'armi per legittimo attacco.
E poi, cosa c'è di più sexy in un uomo dell'intravedere il rigonfiamento di una pistola sotto la giacca?




permalink | inviato da il 14/3/2006 alle 12:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa


5 marzo 2006

Dedicato ad Alfredino Rampi

La signora Teresa ha perso il figlio in un incidente circa un anno fa. Ogni martedì, quando viene a casa mia ad aiutarmi con le pulizie, parliamo a lungo della vita e della morte. Grazie ad una sensitiva riesce a comunicare con il ragazzo. Mi assicura che la vita continua dopo la morte. E' Dio a chiamarci quando è il momento. Come il mio vicino che è morto nel suo salotto giocando a carte, dondolando con la sedia fino a quando la sedia non è dondolata a terra facendogli battere la testa. A volte si muore così in fretta che non c'è neanche il tempo di soffrire. ON - OFF. Ieri, Tony mi aveva appena detto: " Attento quando scendi dal tavolino, c'è la botola aperta!", cinque secondi dopo e distratto da altro, stavo saltando all'indietro ritrovandomi in un batter d'occhio con i piedi mezzo dentro e mezzo fuori la botola. Non realizzo subito dove mi trovo e perchè mi manca l'equilibrio, guardo verso il basso e vedo un vuoto di almeno quattro metri. Non mi tolgo subito dal precipizio. Rimango paralizzato per un paio di secondi, immagino il mio corpo spezzato e un funerale con pochi sinceri amici. Poi inghiotto la saliva e mi siedo. Sento delle schegge di vetro sul polso e guardo il mio orologio in frantumi. Mi piace immaginare di essere stato protagonista di una di quelle storie che raccontavano nella trasmissione "ANGELI", avrei detto che il tempo si è fermato per un attimo e ho percepito la presenza di un angelo alle mie spalle che mi abbracciava salvandomi da questo salto nel vuoto.





permalink | inviato da il 5/3/2006 alle 13:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa


26 febbraio 2006

WHITE TRASH


E' difficile conquistarmi, ho spesso l'atteggiamento di quello che ha già visto e fatto di tutto. Invece, ieri notte al GLITTER, ho incontrato Lei che solo con il suo aspetto, ha risvegliato il mio interesse verso il prossimo, il mistero e l'ignoto. C'è ancora qualcosa da scoprire, qualcosa di cui sorprendersi.




permalink | inviato da il 26/2/2006 alle 17:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa


20 febbraio 2006

OLIMPIADI EMOZIONALI


Abbiamo tutti la nostra specialità, un risotto o il salto in lungo, i rutti rombanti o i paesaggi ad acquerello. Quella dote che ci rende speciali ed apprezzati, che completa il nostro nome come un titolo nobiliare: Tamara Gran Pompinara. Mantenere un primato è una continua sfida, perché c'è sempre chi ha i denti più bianchi, il giardino più curato, il pisello più lungo. Le persone si presentano spesso con la loro dote, come una donna sciatta che convince un bel giovanotto a sposarla sventolando il patrimonio familiare. Come quelli con un bel corpo che lo lasciano esplodere in una taglia in meno per rendere la conversazione più brillante. Se una persona per sentirsi apprezzata ha bisogno di spiccare in qualcosa e farlo notare agli altri, io, che sono un buono a nulla, posso solo osservare le meraviglie altrui. Lucidare l'argenteria degli altri e starmene in un angolo a pensare quale sia la MIA caratteristica unica. Quella che mi renderà un campione.




permalink | inviato da il 20/2/2006 alle 0:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa


14 febbraio 2006

SERATINA ESOTICA????



ROMY & MICHELLE
tornano a grande richiesta
VENERDI' 17 FEBBRAIO 2006

dj fist & dj aristopunk
dalle 22 alle 02
C/o ATOMIC
via f. casati 24 milano




permalink | inviato da il 14/2/2006 alle 14:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa


13 febbraio 2006


A San Valentino, fammi un pompino.




permalink | inviato da il 13/2/2006 alle 15:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


8 febbraio 2006

AMORE INODORE


Quando cominci una storia d'amore, provi assoluto piacere e benessere come appena rasato, quando ti schiaffeggi la faccia con le mani bagnate di dopobarba. Una coppia di giovani amanti è leggera e frizzante come uno spruzzo di fresca acqua di colonia, che dura il tempo di un incontro ma si dissolve nell'aria come vapore. Un amore che si trascina, lascia una scia dolciastra e nauseabonda, come una vecchia puttana che copre gli anni sprecati sotto un'alone di pesante profumo a buon mercato.
L'amore eterno è come un deodorante inodore che garantisce 24 ore di protezione, eliminando la formazione del tradimento corporeo in modo naturale lasciando liberamente respirare il proprio uomo; contrariamente ai normali fidanzati che reprimono la pulsione gia' esistente impermeabilizzando il compagno, impedendone cosi' la naturale e benefica traspirazione. Non funziona.




permalink | inviato da il 8/2/2006 alle 15:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa


7 febbraio 2006


La madre dell'ignorante è sempre incinta.




permalink | inviato da il 7/2/2006 alle 14:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


3 febbraio 2006

Quando Antonio è in vacanza.


Antonio è partito per una settimana lasciandomi solo con gli amanti.
I miei uomini sono circa una decina, molto diversi tra loro, ma ognuno  in grado di farmi godere. Ne incontro anche un paio a giornata, a volte tre. Sono dei ragazzi immaginari che abitano in qualche sito o su vhs, alcuni mi sono rimasti stampati nella memoria dopo una merenda a base di kebap. Sono abbastanza monogamo anche nelle mie fantasie: ho pochi filmetti e difficilmente mi stufo di rivedere la stessa cosa l'ennesima volta se l'ultima è stata intensa. Uno di loro è una pornostar, alcuni degli sconosciuti fotografati chissà dove, altri li incontro ad esempio al supermercato, bancone macelleria. Succede che decido di venire, allora ne convoco uno a caso, lui fa quello che voglio io, poi ritorna nel mobile delle videocassette o su www. Qualche volta è capitato che mi facessero una visita a sorpresa mentre ero in intimità con Antonio, allora l'abbiamo fatto in 3.




permalink | inviato da il 3/2/2006 alle 2:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (32) | Versione per la stampa


30 gennaio 2006

MOLTO SEXY




permalink | inviato da il 30/1/2006 alle 0:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (37) | Versione per la stampa


26 gennaio 2006

CARNI SCELTE


Mi capita spesso al ristorante di ordinare piatti che contengono ingredienti disgustosi. Come quelli che lasciano la crosta della pizza, io, ad esempio al cinese, lascio i pisellli del riso cantonese. Ordino maiale in agrodolce e lascio ananas e peperoni; da Mac Donald tolgo il cetriolo dall'hamburger (ma perchè lo mettono!). Alcuni condimenti lasciano un sapore speciale, anche se nessuno ha voglia di masticarli, prendi l'aglio o il peperoncino. Prendi una relazione quasi perfetta che fa innamorare le papille gustative del tuo cuore, ma poi ti ritrovi a vomitarla, perchè alla fine non l'hai digerita. Sarebbe bello poter sezionare le persone con un coltello e togliere il di più, come quando tagli il grasso alla bistecca. Vorrei punzecchiare con la forchetta il mio fidanzato, rigirarlo a pancia in su e con un cucchiaino aprirgli la testa, poi piano piano scegliere cosa mangiare e il resto metterlo sul ciglio del piatto per poi buttarlo nei rifiuti organici. Ma so già che Antonio senza alcuni difetti, non avrebbe così tanti pregi, allora lo mastico lentamente e ogni tanto sputo un seme. L'amore è come un anguria.




permalink | inviato da il 26/1/2006 alle 19:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


24 gennaio 2006

NON VORREI MA POTREI


Sandra è stata la prima a comprarlo, Roxie e Barbarella subito dopo. Lo stesso identico cerchietto glitterato argento di MIU MIU. Il classico accessorio che richiama applausi e commenti del tipo: 'adoro il tuo cerchietto, è favoloso'. L'acquisto in cui qualità e prezzo non corrispondono e volendo potresti fartelo da solo, ma quello che conta è che si trova in quel negozio, così come il pisciatoio di Duchamp in una galleria d'arte fa tutto un altro effetto.
Biancaneve era una settimana che ne diceva di ogni contro quel cerchietto, frasi del tipo, 'ce l'hanno tutti' oppure 'fatto coi piedi' e 'carino ma non vale quello che costa'. Poi oggi,  quando il suo passo pigro, ha accellerato in direzione MIU MIU e siamo entrati senza dire parola, già immaginavo la fine di  questa storia. La giustificazione è stata trovarlo rosa, dell'identico punto di rosa del suo nuovo bomber rosa. Poi bugie farfugliate con gli occhi vispi di chi sta per fare un acquisto capriccioso 'ho tutto nero, un pò di colore!' e ' almeno il mio è di una tonaltà diversa'. Insomma, quando si parla male di qualcosa spesso dietro il nostro disprezzo si cela invece un profondo desiderio. Lo facciamo commentando i fidanzati delle nostre amiche o la musica commerciale che in realtà canticchiamo sotto la doccia, i Reality o le tette finte.
Come me, il giorno dopo aver visto Brokeback Mountain e aver criticato il film dicendo che alla fine non era così bello come tutti affermavano, sono andato da Ralph Lauren a comprare queste due camicie della linea CLASSIC WESTERN da indossare una sopra l'altra. Romantico (?) o dannatamente consumista, comunque bugiardo.




permalink | inviato da il 24/1/2006 alle 22:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa


19 gennaio 2006

Romy & Michelle



venerdì 20 gennaio 2006
all'ATOMIC trovi

ROMY & MICHELLE
dj fist & dj aristopunk

non è bello ciò che è bello 
MA PUO' ESSERE BELLO CIO' CHE E' BRUTTO!

PoP*eLeCtRo*TrAsH*rOcK

C/o ATOMIC dalle 22 alle 02
via felice casati 24 MILANO




permalink | inviato da il 19/1/2006 alle 15:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa


17 gennaio 2006

...e si ricomincia tutto da capo.


Mentre infilavo il piercing al setto, come capita spesso, è cascata la pallina. L'ho seguita per tre rimbalzi (destra-avanti-destra), poi altri due li ho solo sentiti (ad intuito avanti-sinistra) e a concludere il suono di un rotolio a dissolversi verso l'ignoto. Ho tracciato una mappa mentale di dove si sarebbe potuta ficcare quella minuscola ma fondamentale, sfera in acciaio chirurgico utile a stoppare l'anello. Secondo i  miei calcoli da marinaio, capace di orientarsi con le stelle, l'esatto punto di arrivo sarebbe dovuto essere: sotto il letto, dietro gli scatoloni delle scarpe, vicino lo zoccolino. Così, armato di  spirito d'esplorazione, ho spostato il letto, le cento scatole cinesi perfettamente incastrate sotto il materasso ed infine ho raggiunto quell'ultimo pezzo di pavimento vergine della mia camera, mai toccato dalla scopa o dal mocio. Non era lì.
Quando cerchi una cosa e pensi di sapere esattamente dove si trova faresti bene a cercala dalla parte opposta che per una questione di probabilità ha molte più chances di essere il posto giusto. Ho amici che cercano l'amore in sauna, il sesso in chat, chi cerca lavoro sui giornali o chi chi cerca la propria carriera in una scuola sbagliata. Le direzioni sono spesso confuse e ho seminato centinaia di briciole. Ora mi ritrovo di nuovo qui, al punto di partenza di questo labirinto.




permalink | inviato da il 17/1/2006 alle 14:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa


13 gennaio 2006

dateci un prato dove pascolare


L'ultima generazione del bucato intelligente prevede un detersivo per capi NERI. L'omino bianco dovrà spartirsi macchie  e cattivi odori con l'omino nero. Come per qualsiasi altra questione razziale, le grandi aziende del pulito si sono finalmente accorte della grande quantità di nero che laviamo ogni giorno. Oggi, anche un capo negro avrà il suo detersivo specifico, come un cattolico capo bianco. Su modello dell'etica del fondotinta, per pelli diafane o per ragazze d'ebano, ogni cosa oggigiorno trova la sua esatta tonalità, il suo posto in lavatrice, senza discriminazioni. Credo nei ghetti, i quartieri ebraici, le chinatown o le gay street.
Lo ammetto, io sto bene con i miei simili, gli altri voglio salutarli dal finestrino.




permalink | inviato da il 13/1/2006 alle 13:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


11 gennaio 2006

LE GAMBE CORTE DELLA MODA

In questi giorni di saldi, mentre cortigiani della moda acquistano le primizie della  P/E da sfoggiare con una stagione di anticipo e un raffreddore, altri, come me, cercano  qualcosa di nuovo nella vecchia stagione che sta per abbandonarci. Souvenir a metà prezzo dell' A/I 05-06. I più insospettabili prima di sfoggiare un acquisto al 50% cercheranno di usurare il capo con ogni astuzia per farlo sembrare acquistato verso la fine della scorsa estate nella preview dell'invernale. Ma si sa, in moda e in amore è tutto fasullo. L'importante è sembrare distaccati e dichiarare che potremmo permetterci Dior Homme ma preferiamo H & M perchè ci sentiamo a nostro agio tra la gente comune. Dire che si lavora nella moda, anche se un lavoro spesso NON PAGATO non è propriamente un lavoro. Ostentare i capi regalati dagli showroom e quelli acquistati alle vendite private per i clienti fedeli un giorno prima dell'inizio dei ribassi.
 
Riflettendo sul mio guardaroba ho trovato una nuova espressione della versabilità. Nel recente viaggio in Germania, sono riuscito a sentirmi a mio agio in cinque diverse situazioni con un incredibile guardaroba adattabile ad ogni occasione:

LUNEDI', in viaggio verso Monaco, sosta a Lucerna al lussuoso ristorande del THE HOTEL. Dress code: tutto grigio.
MARTEDI', al KELLER, locale darkettino underground, depeche mode tribute. Dress code: t-shirt teschio.
MERCOLEDI' all' ATOMIC, club indie rock, serata per ciuffini brit. Dress Code: camicia e cravattino.
GIOVEDI', al CARMEN'S LOUNGE, discoteca gay in stile eurotrash, un concoso di bellezza dedicato agli orsi per eleggere la barba più bella. Dress Code: camicia  a scacchi.
GIOVEDI' NOTTE, una birra all' OCHSEN GARTEN, pub leather molto hardcore. Dress Code: pantaloni in pelle, bomber e Fred Perry.


In valigia bisogna sempre mettere qualcosa che pensiamo di non metterci perchè la vita ogni giorno ci riserva sorprese a cui non dobbiamo farci trovare impreparati, ecco perchè non ho uno stile. Perchè lo stile, come il clima, non è mai prevedibile e siamo tutti delle barbie in mano ad una bambina isterica che un giorno ci vuole donna in carriera, un giorno principessa. Ma noi: sempre la stessa smorfia sorridente di plastica.




permalink | inviato da il 11/1/2006 alle 12:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


10 gennaio 2006

Down The Rabbit Hole.


Ogni volta che passo sopra ad una grata, o ad un tombino, penso: "...se non è fissata bene e precipito dentro?" Ogni volta però, i miei piedi attratti come calamite amano calpestare quei ponticelli sopra le fogne. Mentre accelero pensando al peggio, il mio sguardo viene distratto dal luccichio di una monetina caduta laggiù. Forse un tranello, forse invece un indizio del meraviglioso paese che si nasconde sottoterra. A volte sento la grata cedere, barcollare leggermente, come se qualcuno nella fretta di scendere, l'avesse dimenticata aperta. Continuo camminando a zig zag, facendo slalom su quelle trappole misteriose, ma la tentazione di finire per sbaglio dove non oserei mai andare di mia spontanea volontà mi eccita irrazionalmente. Vorrei che la Mia Felicità mi cascasse per caso, come un bambino che cade in un burrone e scopre di saper volare.




permalink | inviato da il 10/1/2006 alle 1:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


5 gennaio 2006

P.S.

Per tutti i feticisti di piedi e scarpe, venerdi 6 gennaio 2006 dalle 22 alle 02 DJ Fist & DJ Aristopunk, mettono su qualche disco all`ATOMIC via felice casati 24, Milano. Voi venite e Noi  vi faremo leccare le nostre fette puzzolenti.




permalink | inviato da il 5/1/2006 alle 14:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia     aprile       
 
 




blog letto 243251 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

butt
bruce labruce
candida donzella
dafne
the magicake
pornflakes
kctv
hard on
GLITTER L'ORGASMO
THE END
THE END myspace
ROMY & MICHELLE
se baci un ranocchio...
misto
shanty pioggia d'oro
chemical jenny
babette
new anarchic
giopim
giapponana
Larvotto
baby k
aristopunk
takeawayboy
festen
starletteBOY
m&m
creamy l'incantevole
lotar
anna
emicrania
the Master
anotherme
ladyhot
endimione
lahaine
nancy e le ologram
max sit com
dirty lulu
Gaya
gattonico
nadir
not4me
la racchia
popjesus
stupidboy
immaturo
coquette



CERCA